Cattivi

In questa pagina l’elenco di quelle attività, negozi o altro che si comportano male con i ciclisti. Nello specifico quei furgoni che usano le piste ciclabili come carico scarico. Al prossimo acquisto sapete dove non andare. Senza pietà.

I cattivi sono:

Corsini Frutta,  articolo

Petrol Clima,  articolo

Coopertiva Arcobaleno,  articolo

Cofifast, articolo

GB Giovanni Bernardi, articolo

Masoero, articolo

TORINO pasticceria, articolo

16 comments on “Cattivi
  1. mgz999 scrive:

    questa rubrica è semplicemente fantastica

  2. Don't scrive:

    Ottima iniziativa! Magari se ne è già discusso.. ma qualcuno sa spiegarmi il cambio di carreggiata della pista di via Principe Amedeo??? Quella che dopo l’incrocio con via Accademia riprende dalla parte opposta

    • zonk scrive:

      Don’t, la risposta è già parzialmente nel tuo nick: don’t ask! Me lo chiedo ancora tutti i giorni, ma mi rassegno alla mancanza di interlocutori. Attraversare senza che le auto ti schiaccino non è mai cosa simpatica. Il tratto di ciclabile in via P. Amedeo che costeggia la zona Café des Arts poi, è sempre intasato… E non solo: una volta un pedone che passeggiava su pista mi ha augurato di morire ammazzata in un incidente, me e la mia bici. Spero che “Vada in bici, cazzo” serva, in questo senso.

      • Don't scrive:

        Il mio nick è quasi il mio nome, non è che sia nichilista😉
        Simpatico il pedone.. dovrebbe farsi un giro sulle ciclabili di Amsterdam.
        Comunque, dato che siamo in tema di domande: se i vigili sensibilizzassero a suon di multe le auto che non si fermano sulle strisce? Non si può organizzare una petizione?

        • lucaddeu scrive:

          io i vigili li ho contattati tramite telefono e tramite mail. secondo me, se iniziassimo a martellare i vigili, magari più segnalazioni per un solo caso, potrebbero, una volta sfiniti, iniziare a multare e far cambiare atteggiamento.
          ho creato una pagina chiamata VIGILI con i contatti da chiamare. Usiamoli.

  3. Don't scrive:

    Questa è appunto la mail di risposta dei vigili che ho ricevuto oggi:

    “come Lei senz’altro immagina, con gli organici disponibili e la quantità di servizi da dover coprire, è impossibile aderire alla Sua cortese richiesta. La situazione, per altro, è comune a tantissimi incroci cittadini. Vengono effettuati controlli ed elevate sanzioni, ma senza un comportamento responsabile di pedoni e automobilisti, purtroppo, è una battaglia persa. Saluti cordiali. dr. Valter Gerbi – segreteria del Comandante P.M. Torino – tel. 011.4426580”

    • lucaddeu scrive:

      secondo me fanno un lavoro che per molti aspetti è molto difficile. sono anche convinto che il sistema sanzionatorio del nostro paese è assurdo. multe troppo elevate che colpiscono ogni tanto qualche povero cristo e quindi certe volte, immagino, qualche vigile si fa qualche scrupolo. però il problema delle doppie file, delle piste ciclabili occupate riguarda la sicurezza dei cittadini. quando vedo i vigili che passano dritti di fronte a queste evidenti infrazioni (e ne ho visti e segnalati ai vigili stessi) mi viene rabbia perché penso che allora la carenza di organico è un falso problema. ma il problema maggiore è una questione culturale.

  4. mark_to scrive:

    Pista ciclabile di c.so Marconi, davanti alla scuola elementare. Decine di macchine parcheggiate sulla ciclabile con le mamme in attesa di bambini obesi che non possono fare 2 passi in più per raggiungere la macchina. Presenza di Vigile urbano. Faccio presente la cosa. Risposta sua: “Cosa vuole che faccia? C’è l’uscita da scuola a quest’ora”. Risposta mia: “Magari qualche multa!”.
    Risposta sua, molto scocciato: “Devo presidiare l’uscita degli scolari”.
    Questo accade tutti i giorni……

    • lucaddeu scrive:

      la mia idea è questa: nei punti in cui c’è recidività nei giorni e negli orari, bisognerebbe organizzare un presidio di ciclisti e iniziare a telefonare a turno e in sequenza ai vigili. documentare tutto con video e foto e poi spargere con tutti i mezzi. prima o poi qualcuno risponderà. forse…

  5. Oscaruzzo scrive:

    Secondo me tra i cattivi ci sta pure l’Amiat. Loro hanno l’incarico di pulire le strade (e le piste) dalla neve e dalle foglie, in autunno.

    Un mese fa, quando comunque erano passati 15 giorni dalle ultime nevicate, le piste erano cosi`

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10150596189969914.406237.701049913&type=3

    In autunno, sulle piste sotto gli alberi (come corso Vinzaglio o il lungo Dora), si viaggia su un tappeto di foglie marce SCIVOLOSE (quasi quanto il ghiaccio)…

  6. Bravi ci voleva una rubrica come questa.
    =)

  7. RM scrive:

    L’Amiat è assolutamente da aggiungere, a mio avviso, come già segnalava qualcuno precedentemente! Sulla pista ciclabile di Via Cuneo a Nichelino è SEMPRE presente il camioncino dello spazzino che pulisce le strade, parcheggiato in maniera da occupare interamente la pista! E spesso ho notato che i parcheggi a sinistra erano liberi! Profondo odio…

  8. Paola scrive:

    Da aggiungere il benzinaio in Corso Marconi adiacente alla pista ciclabile… utilizzata anche come sosta per gonfiaggio gomme!

  9. Aggiungete la Gelateria La Romana, Corso Inghilterra, dove i suoi avventori parcheggiano in sosta vietata e sulle strisce. Gli ho detto di mettere i cartelli invitando la “gentile” clientela a non parcheggiare in sosta vietata ma hanno fatto orecchie da mercante. Chi in bici percorre quel tratto deve fare attenzione a non venire preso tra le macchine parcheggiate in sosta illegale e quelle sull’unica corsia di marcia rimasta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: